Febbraio Parte 2: i Fuochi

Manco da un po a fare i post e l’ultima volta ho mancato una parte importantissima della vita in valle e specialmente ad Agape: il 17 Febbraio e i fuochi del 16.

Eventi del 17 Febbraio

Grande festa valdese che si ricorda con l’accensione dei falò per tutta la valle. Ogni borgata accende e si fa un po’ a “gara” a chi ce l’ha più grosso. A proposito di questo ricorderemo la serata del 15 febbraio: Serata Vodka polacca. Grande Enjoy di tutti i residenti (tranne Vale, mi disp che non c’eri) delle vodke importate legalmente in stiva e dell’alcolico che “non sembra così forte” dopo aver bevuto la krupnik. Visto che eravamo tutti carichi come molle, successivamente ci siamo recati a quel di Pa Pa Jo (come mi ha scritto un campolavorista in una mail) e dopo due o tre serpul ci siamo recati al “Mirage” dove abbiamo continuato a bere e ballare cantare rovesciarci. Verso le 4 stanchi siamo tornati verso casa, io abbracciato a Benny gli altri abbastanza più tranquilli. Così Tranquilli che wolf e lillo trovano un albero abbandonato in bordo strada e decidono di portarlo su. La mattina dopo si scopre essere per il falò con grande ilarità di tutti e un pò di vergogna viene riportato giù in fretta.

La sera andiamo al falò che brucia nella valle annebbiata sotto una nevicata incessante. Dopo il vin brulè e pandoro offerto dalla comunità ci si reca con i giovani pralini all’agriturismo “La Granjo Novo” per consumare un pasto di degna misura e spessore a tema valdese. Qui assaporo la miglior carne cruda da qui a non so quanto, una zuppa barbetta stra potente e tante altre bontà della casa.

Il giorno dopo come se non bastasse la carrellata, culto la mattina (con discesa in paletta di me e Inky) e poi pranzo in sala adiacente, pranzo offerto dai ristoratori della valle. Zuppa barbetta della brasserie, più cannellosa e meno burrosa dell’altra, non molto approvata by me. A fine pasto gli agapini si riconoscono nel loro ruolo di trita rifiuti e vengono ceduti tutti gli avanzi del pranzo. Ne mangeremo per tutto il mese.

Intanto ad Agape si vive la neve finalmente con più spirito. I campolavoristi costruiscono una fortezza da palle di neve in chiesa all’aperto, Peggy e Lillo fanno una Peppa Pig gigante per Ale che ne rimane estasiato!

Verso i Primi di Marzo il clima cambia e comincia a sbocciare la Primavera. Ne parlo anche nel post precedente anche se non approfondisco come Torino diventa viva di nuovo, il sole attacca la neve. Queste sono le ultime foto di noi che sciamo sulla pista di fondo, ormai la neve è marcia e passiamo le pause pranzo nel solarium sull’ufficio.

Next step: Roma

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.