25 Aprile di Staff

Dopo il campo di pasqua, la necessità di staccare è alle stelle. Eccoci dunque in riunione staff per il campo Cadetti/e 1. Ci troviamo alla villa di Marco V. In questa staff ci sono troppe V, ho sempre creduto che noi con un cognome con la V fossimo quasi degli emarginati, raritá nel panorama italico ed ora mi trovo a lavorare con gente che ce se chiama “Vi” a vicenda.

Ho capito che quest’anno é l’anno dei paesi collinari, niente mare, la montagna fin banale, ma i paesi in collina in piemonte mi fanno impazzire. Candelo é un piccolo centro di circa 7k abitanti nel nord piemonte a due passi da Biella e la Val D’Aosta. Non manchiamo di perderci mentre arriviamo, ma l’accoglienza é ottima. Marco ci procura una Spina di birra per la riunione. Birra artigianale del posto. Se si inizia bene si é giá a metá dell’opera mi dicono.

Il giorno dopo, nell’attesa degli altri compagni di staff, si accende la griglietta, verso le 10.00 e tempo mezz oretta e la staff é al completo. Non ci avrei mai creduto. Lavoriamo al sole mentre sorseggiamo birra e mangiamo salamelle. Nel pomeriggio piú avanti sale sulla griglia un filetto da 1kg di vitellone che cuoce in lentezza e armonia. A ritmo regolare arriveranno sulla nostra tavola fettine di roastbeef da urlo.

La sera, dato che si incupisce il tempo, andiamo a farci due spritz in centro, aperitivo e son giá le 22. Tempo di una pasta, una vodka, due, tre ed è meglio andare a dormire. Il giorno seguente ci dedichiamo totalmente al campo, la pioggia incessante non ci permette di fare altro. Il campo è praticamente fatto.
Riflettendoci, questa staff lavora in modo molto diverso dalla staff PC2 che ho sempre fatto: ci son molti aspetti che ho sempre cercato di evitare nel lavoro di gruppo, i livelli dei discorsi sono sempre di contenuti piú alti di quello che sono abituato e forse mi manca anche un poco riuscire a avere una componente piú giocosa nel tutto. Questo non mi dispiace piú di tanto: in casa mancano momenti di discussione/riflessione/parlare di qualcosa che non vada a finire nel “io ce l’ho piú grosso nel giro di 4 parole, e questa staff sembra recuperare questa mancanza che sento. Da quanto sto mettendo di mio in questo lavoro non sento troppo sforzo, non ho idea di come interagire al meglio con i/le cadetti/e e mi sento timido nel proporre attivitá. Il gruppo comunque non tende a escludermi ma anzi propone piú volte attivitá che possono essere adatte alle mie competenze. Li apprezzo.

Il weekend scorre veloce e piacevole, quasi piú una vacanza che altro, ma ne sentivo forte bisogno. In casa ci sono tensioni lavorative, preparazioni per l’estate e molta gente in vacanze eterne, arriverá il mio momento lo so!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.